CASA MUSEO CARMELO FLORIS

CASA MUSEO CARMELO FLORIS

SISTEMA MUSEALE OLZAESE

AVVISO
RIAPERTURA AL PUBBLICO e NUOVO ORARIO SETTIMANALE
CASA MUSEO CARMELO FLORIS e MULINO IDRAULICO NEL RIO BISINE

IL SINDACO

informa che, a seguito delle disposizioni adottate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri con il DPCM del 14 gennaio 2021 inerenti i musei, istituti e luoghi della cultura, a decorrere dalla data odierna sono riaperti al pubblico la Casa Museo Carmelo Floris e l’antico mulino idraulico nel rio Bisine, con il seguente orario settimanale valido fino al prossimo 5 marzo e concordato con la Cooperativa Agorà Sardegna scrl, gestore dei servizi del Sistema museale olzaese: e

Lunedì: mattino 10:00 – 13:00

Martedì: 10:00 – 13:00

Mercoledì: mattino 10:00 – 12:00 – pomeriggio 16:00 – 18:00

Giovedì: mattino 10:00 – 13:00 – pomeriggio 16:00 – 18:00 

Venerdì: mattino 10:00 – 13:00 – pomeriggio 16:00 – 18:00

Ai sensi dell’art. 1, comma 10, let. r) del DPCM del 14 gennaio 2021, il servizio di apertura al pubblico dei beni del Sistema museale olzaese è garantito solo nei giorni feriali con modalità di fruizione contingentata in maniera da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro, tenendo conto anche dei protocolli e linee guida adottati dalla Regione Autonoma Sardegna.

Per ulteriori informazioni e prenotazione delle visite guidate contattare la signora Lidia Siotto, assistente museale della Cooperativa Agorà Sardegna scrl:

telefono 366 462 50 22 - email: museocarmelofloris@gmail.com

Olzai, 20 gennaio – prot. n. 225

IL SINDACO

f.to Maria Maddalena Agus

 

 

Museo Carmelo Floris Virtual Tour

Clikka per iniziare il Tour Virtuale

 

 

Casa Museo Carmelo Floris

Dal 1° luglio 2017 sono entrati in vigore i nuovi orari estivi e invernali di apertura al pubblico:

 

- Orario estivo, dal 1 luglio al 30 settembre:

Giovedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:30

Venerdì: dalle ore 10:00 alle ore 12:30 - dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Sabato: dalle ore 10:00 alle ore 13:00 - dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Domenica: dalle ore 10:00 - alle ore 13:00 - dalle ore 16:00 alle ore 19:00

 

- Orario invernale, dal 1 ottobre al 30 giugno:

Giovedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:30

Venerdì: dalle ore 10:00 alle ore 12:30 - dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Sabato: dalle ore 10:00 alle ore 13:00 - dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Domenica: dalle ore 10:00 - alle ore 13:00 - dalle ore 15:00 alle ore 18:00

 

Per ogni necessità, contattare l'assistente museale, signora Lidia Siotto (gestione Cooperativa Agorà Sardegna):

tel. 366 462 50 22
email: museocarmelofloris@gmail.com

Per informazioni e visite guidate nel museo: tel. 366.46.25.022 email museocarmelofloris@gmail.com
Aggiornamenti e attività: vedi http://it-it.facebook.com/pages/Museo-Carmelo-Floris-Olzai/513523382023557

 

Biografia essenziale del pittore e incisore Carmelo Floris (1891-1960)

Carmelo Floris nacque a Bono il 22 luglio 1891 dai genitori olzaesi Giuseppe e Grazia Nonnis Tola. Rimasto orfano del padre, trascorse l'adolescenza a Ollolai e poi la famiglia si trasferì a Olzai. Successivamente frequentò l'Accademia di Belle Arti di Roma. Nella capitale fece amicizia con molti artisti e fu introdotto da Giuseppe Biasi nella redazione del ''Giornalino della Domenica''. Nello stesso periodo pubblicò alcuni disegni nella rivista ''Sardegna'' di Attilio Deffenu.
La prima guerra, combattuta con la Brigata Sassari nell'altipiano di Asiago, di Bainsizza e del Piave, gli valse la medaglia d'argento al valore militare.
Alla fine degli anni '20 fu chiamato da Francesco Ciusa a insegnare nella Scuola d'Arte Applicata di Oristano.
Nel 1939 fece un viaggio a Parigi, dove fu ospite di Emilio Lussu. Dopo questo incontro, fu arrestato e poi condannato per attività sovversiva a cinque anni di confino. Trascorse l'esilio nelle Isole Tremiti senza smettere il suo lavoro di pittore.
Dopo l'amnistia del 1942 tornò nella sua casa di Olzai, dove visse gli ultimi anni operosi accanto alla moglie signora Maria.
Maestro dell'incisione, ritrattista e paesaggista rinomato, si cimentò nella decorazione di ceramiche, riuscendo a realizzare esemplari unici ed estranei ai soliti canoni dell'artigianato isolano.
Al culmine della maturità artistica, Carmelo Floris morì il 22 agosto 1960. Le sue spoglie riposano nel cimitero di Olzai.

Altre notizie biografiche e immagini di opere d'arte, vedi:

- Biografia di Gianni Murtas, pubblicata on line da Treccani http://www.treccani.it/enciclopedia/carmelo-floris_(Dizionario-Biografico)/
- Biografia, opere e foto: Carmelo Floris da wordpress.com
- Enciclopedia Wilkipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Carmelo_Floris

- Camera di Commercio - Rassegna opere d'arte digitale nord Sardegna
- Monografia di S. Naitza e M. G. Scano, Ilisso, 1992: http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.php?xsl=626&id=193883
- Monografia di Marzia Marino, Ilisso, 2004: http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.php?xsl=626&id=33953

- Collezione opere d'arte di Carmelo Floris della Fondazione di Sardegna

- Rassegna stampa:
https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2020/02/15/news/bizzarro-e-imprevedibile-questo-carmelo-da-olzai-1.38475566
https://www.lanuovasardegna.it/tempo-libero/2020/02/14/news/oggi-il-volume-su-carmelo-floris-1.38472115
https://www.lanuovasardegna.it/tempo-libero/2020/02/13/news/carmelo-floris-il-libro-e-la-mostra-per-conoscerlo-1.38467870
https://www.lanuovasardegna.it/tempo-libero/2020/02/12/news/la-visione-intima-della-sardegna-di-carmelo-floris-1.38463434

 

Condividi: