III BIENNALE DELL'INCISIONE ITALIANA fino al 9 gennaio 2020

III BIENNALE DELL'INCISIONE ITALIANA fino al 9 gennaio 2020

III BIENNALE DELL'INCISIONE ITALIANA - CARMELO FLORIS
OLZAI 2021

 

LA MOSTRA PROROGATA AL 9 GENNAIO 2022 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA N° 7 

On line il catalogo della Biennale dell’Incisione Italiana

 La pubblicazione raccoglie quaranta opere di venti maestri dell’arte xilografica contemporanea
e autorevoli saggi di Maria Luisa Frongia, Marzia Marino e Nicola Micieli

 

OLZAI. Da oggi – nel sito istituzionale del Municipio di Olzai (www.comune.olzai.nu.it) – è possibile consultare e scaricare gratuitamente la versione pdf del catalogo della III Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris.

L’elegante pubblicazione contiene le riproduzioni di tutte le xilografie esposte nella mostra collettiva inaugurata a Olzai il 24 luglio scorso e che rimarrà aperta fino al prossimo 30 novembre (da giovedì a domenica).

La versione cartacea del catalogo di novantasei pagine – che raccoglie anche gli autorevoli saggi dei componenti del Comitato scientifico (Maria Luisa Frongia, Marzia Marino e Nicola Micieli) e le schede biografiche di venti maestri dell’arte xilografica italiana – è stata presentata al pubblico sabato scorso nel cortile dell’antica dimora di Carmelo Floris con una conferenza coordinata dall’assessore comunale alla cultura Emanuela Piras.

Dopo i saluti e i ringraziamenti agli artisti, ai direttori e agli enti patrocinatori della manifestazione da parte del sindaco Maria Maddalena Agus, il critico d’arte e pubblicista toscano Nicola Micieli ha catturato l’attenzione del folto pubblico con una relazione davvero magistrale incentrata sulle tecniche incisorie e le straordinarie capacità creative dei xilografi selezionati per la rassegna olzaese.

Anche in veste di curatore editoriale del catalogo, nel corso del suo lungo intervento Nicola Micieli ha dedicato un focus particolare alle dodici xilografie firmate dagli incisori presenti alla conferenza: Malgorzata Chomicz da Perugia, Claudia Cabras da Calangianus, Giovanni Dettori da Porto Torres, Guido Navaretti da Torino, Nicolino Sirigu da Orroli e Pierangelo Tieri da Coreno Ausonio (Frosinone).

Successivamente è intervenuto Antonio Luciano Rossetto, proveniente dalla cittadina veneta di Montebelluna. In veste di presidente dell’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei, ha fatto una sintesi delle attività della sua associazione che opera anche a livello internazionale per la valorizzazione delle arti incisorie. Rossetto ha poi ringraziato Enrico Piras per il coinvolgimento nella lodevole iniziativa e, infine, ha sottolineato l’impeccabile organizzazione curata dal Comune di Olzai e, principalmente, dal funzionario comunale Giangavino Murgia.

All’imbrunire, l’interessante conferenza si è conclusa con il brillante intervento del novantenne pittore e incisore Enrico Piras, condirettore artistico della terza Biennale dell’Incisione organizzata nel 130° anniversario della nascita di Carmelo Floris (1891-1960).

Dopo aver rievocato alcuni aneddoti del suo maestro d’arte e di vita e sottolineato la modestia intellettuale dell’insigne artista scomparso nel 1960, Enrico Piras ha voluto esprimere la sua immensa soddisfazione per il successo ottenuto quest’anno dalla rassegna da lui ideata trent’anni fa e, visibilmente commosso, ha così concluso il suo intervento scandito da un lungo applauso del pubblico: «Siamo arrivati alla terza edizione della Biennale dell’Incisione Italiana dedicata a Carmelo Floris. Il grande sogno si è avverato!...».

Il catalogo della mostra e tutte le iniziative legate alla III Biennale dell’Incisione Italiana Carmelo Floris organizzate quest’anno dal Comune di Olzai godono del prestigioso patrocinio gratuito del Ministero della Cultura e del Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna e sono sostenute finanziariamente dal Consorzio Bim Taloro, dal Banco di Sardegna e dall’Unione Comuni Barbagia.

***

Per informazioni e prenotazioni visite guidate alla mostra della Biennale allestita nella Casa Museo Carmelo Floris dalla società Eikon di Nuoro, contattare l’assistente museale Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna, telefono 366.46.25.022; email museocarmelofloris@gmail.com.

Per ulteriori aggiornamenti sulla Biennale, consultare la pagina web dedicata nel sito ufficiale del Comune di Olzai: https://www.comune.olzai.nu.it/index.php/tzente/pagine/incisione

 

Olzai, 9 settembre 2021

Ufficio del sindaco

 

=============================================================================================================================================

 

COMUNICATO STAMPA N° 06

 

Sabato la presentazione del catalogo della Biennale dell’Incisione Italiana
Il 4 settembre, alle ore 18, nell’antica dimora di Carmelo Floris

 

OLZAI. Con la presentazione del catalogo della mostra collettiva delle opere realizzate da venti maestri dell’arte xilografica contemporanea, il Comune di Olzai avvia la terza fase della Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris.

Oltre alle riproduzioni delle xilografie (due per ogni artista), questo catalogo di 96 pagine raccoglie i saggi elaborati da Maria Luisa Frongia (L’incisione e il suo ruolo nell’arte in Sardegna del XX secolo), da Marzia Marino (Visioni di bianco e di nero) e da Nicola Micieli (Xilografia oggi, nel nome di Carmelo Floris).

L’elegante pubblicazione, stampata dalla Bandecchi & Vivaldi Editori, contiene anche alcune immagini fotografiche realizzate a Casa Floris durante la manifestazione inaugurale del 24 luglio scorso.  Infatti, è consuetudine far uscire il catalogo della Biennale dell’Incisione Italiana e presentarlo al pubblico a inaugurazione della mostra avvenuta. Ciò per due ragioni: poter documentare qualche aspetto della manifestazione in corso e offrire agli amatori l’occasione di rivedere le opere e trascorrere qualche ora serena nel clima ospitale di Olzai.

Il paese si rispecchia nella sua Biennale. A segnalare tale corrispondenza i cataloghi hanno sempre mostrato qualche suo aspetto: il paesaggio, i luoghi urbani, le evidenze monumentali e culturali.

Quest’anno campeggiano la chiesa medioevale di Santa Barbara, un angolo suggestivo del paese con l’incastro di case assai apprezzato dai pittori, e uno scorcio panoramico di particolare significato in questa terza edizione della Biennale. Il fotografo Donatello Tore, difatti, lo ha ripreso da una finestra dello studio di Carmelo Floris, l’artista che aveva fatto di Olzai il luogo elettivo della sua arte e della sua vita.

A Floris Olzai ha intitolata la Biennale, e quest'anno gliel’ha anche dedicata, ricorrendo il 130° della nascita. Ecco dunque l’ideale significato dello scorcio panoramico di Olzai inquadrato da una finestra del suo studio, che è oggi la Casa Museo Carmelo Floris dove è allestita questa terza edizione della Biennale riservata alla xilografia: lo stesso scorcio lo vediamo in un suo quadro che sta sul cavalletto a destra della scena, ed è come se lo stesso artista lo osservasse con noi.

Lo stretto legame simbolico tra la memoria di Floris e i contenuti della Biennale di Olzai 2021, è ribadita da Marzia Marino, responsabile con Enrico Piras ha della direzione artistica, nel suo saggio di introduzione critica alla rassegna dei venti maestri xilografi invitati, nel quale la studiosa ricorda che Floris è stato un riconosciuto protagonista della “scuola” xilografica sarda famosa nella storia della xilografia italiana del Novecento.

Un argomento, questo, trattato in un approfondito saggio dell’autorevole studiosa Maria Luisa Frongia, componente del comitato scientifico, che traccia i profili delle singole personalità nel quadro di una ricerca xilografica rappresentativa della specifica identità sarda quanto avvertita della circolazione culturale del tempo.

Infine, l’altro componente del comitato scientifico, il critico d’arte Nicola Micieli curatore editoriale del catalogo, compie un ampio periscopio sulle opere dei venti artisti selezionati per la Biennale di Olzai e dei quali sono pubblicate anche delle schede biografiche.

*** 

La presentazione del catalogo della terza Biennale è confermata per sabato 4 settembre, alle ore 18, nel cortile dell’antica dimora di Carmelo Floris.

In questo incantevole scenario, la conferenza sarà aperta dai saluti del sindaco di Olzai Maria Maddalena Agus e dell’assessore comunale alla cultura Emanuela Piras.

Dopo la consegna degli attestati di partecipazione agli artisti della Biennale 2021, seguiranno gli interventi dei direttori Enrico Piras e Marzia Marino e del curatore editoriale Nicola Micieli e di Luciano Rossetto, presidente dell’Associazione Italiana Incisori Contemporanei che ha collaborato con la direzione artistica per la buona riuscita della manifestazione organizzata quest’anno dal Comune di Olzai con il prestigioso patrocinio del Ministero della Cultura e del Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna e sostenuta finanziariamente dal Consorzio Bim Taloro, dal Banco di Sardegna e dall’Unione Comuni Barbagia.

Per questo importante appuntamento con l’arte xilografica contemporanea, ritorneranno in Barbagia alcuni xilografi che lo scorso mese di luglio avevano partecipato all’inaugurazione della mostra, come l’artista di caratura internazionale Malgorzata Chomicz che vive a Perugia, Claudia Cabras da Calangianus, Giovanni Dettori da Porto Torres e Nicolino Sirigu da Orroli.

Confermata la presenza anche dell’artista torinese Guido Navaretti, uno dei più raffinati incisori contemporanei italiani che ha generosamente donato al Comune di Olzai entrambe le opere in mostra: “Crepuscolo dal terrazzo” e “All’ippica”. È atteso a Olzai anche l’artista Pierangelo Tieri da Coreno Ausonio (Frosinone).

***

Sabato prossimo, sarà anche l’occasione per presentare al pubblico due stampe originali di Carmelo Floris acquistate questa estate dal Comune di Olzai.

Si tratta di due stupende incisioni risalenti al 1957: la prima è un raro esemplare dell’acquaforte intitolata «La famiglia del santone», la seconda è la xilografia «Processione in Barbagia».

Queste due stampe andranno così ad arricchire la Pinacoteca comunale fondata nel 1987. Una collezione che continua a crescere grazie anche ai “premi acquisto” e alle donazioni disposte da diversi artisti partecipanti a questa edizione della Biennale, come Piero Barranca, Giovanni Dettori, Raffaello Margheri, Marcela Miranda, Gianfranco Schialvino, Nicolino Sirigu, Gianni Verna e il già citato Guido Navaretti.

Non meno importante, la donazione disposta questa settimana a favore del Comune di Olzai dall’Associazione culturale Remo Branca di Iglesias presieduta dal valente incisore e instancabile animatore culturale Piero Barranca.

Si tratta di una matrice lignea, in ottimo stato di conservazione, della xilografia “I Cruciferi” magistralmente incisa a rilievo da Carmelo Floris negli anni Cinquanta e che rappresenta una processione della Settimana Santa. E grazie alla generosità di Piero Barranca, dal prossimo weekend questo preziosa tavoletta incisa sarà esposta permanentemente nel museo del rione “S’Umbrosu” dedicato al grande silografo olzaese nato nel 1891 e scomparso nel 1960 nel pieno della sua maturità artistica.

***

Informazioni per l’ingresso alla conferenza e alla mostra della Biennale

L’accesso alla conferenza del 4 settembre a Casa Floris è gratuito e riservato ai possessori della certificazione verde Covid-196 (“green pass”).

L’ingresso nelle sale espositive della mostra della Biennale è consentito nei limiti stabiliti dalla struttura museale e con l’obbligo per i visitatori di indossare la mascherina di protezione e mantenendo all’interno della struttura la distanza interpersonale di almeno un metro.

Per informazioni e prenotazioni visite guidate alla mostra, contattare l’assistente museale Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna, tel. 366.46.25.022; email museocarmelofloris@gmail.com.

Per ulteriori aggiornamenti sulla Biennale, consultare la pagina web dedicata nel sito ufficiale del Comune di Olzai: https://www.comune.olzai.nu.it/index.php/tzente/pagine/incisione

 

Olzai, 1° settembre 2021

Ufficio del sindaco

 

=====================================================================

 

COMUNICATO STAMPA N° 05

 

III Biennale: grande successo per l’inaugurazione della mostra a Casa Floris  
Con la partecipazione di artisti di fama internazionale e un folto pubblico

 

OLZAI. Alla presenza di un folto pubblico, il Comune di Olzai ha inaugurato sabato scorso la III Biennale dell’Incisione Italiana dedicata a Carmelo Floris (1891-1960).

Per onorare il 130° della nascita di uno dei più grandi maestri dell’arte sarda del Novecento, sono arrivate a Olzai due artiste di fama internazionale: Malgorzata Chomicz da Perugia e Marcela Miranda dalla cittadina di Chiaravalle (Ancona). Presente anche Leonardo Marenghi, l’incisore più giovane della Biennale proveniente da Costabissara in provincia di Vicenza.

A Casa Floris, presenti quattro dei cinque xilografi isolani selezionati per questa straordinaria edizione della Biennale: Claudia Cabras da Calangianus, Giovanni Dettori da Porto Torres e Nicolino Sirigu da Orroli, oltre a Piero Barranca da Iglesias, decano degli incisori di questa rassegna insieme al collega veronese Fausto De Marinis.

Nonostante tutte le problematiche e le incognite legate all’emergenza Covid 19, nella torrida giornata inaugurale della Biennale la mostra collettiva è stata visitata da circa duecento persone provenienti da ogni angolo della Sardegna, compresi numerosi collezionisti e appassionati delle arti figurative.

Fra i primi visitatori della mostra il sindaco di Gavoi Salvatore Lai insieme al suo assessore alla cultura Salvatore Buttu e, sempre da Gavoi, anche i fratelli Gian Michele e Nanni Porcu, nipoti dell’indimenticabile Maria Porcu (1913-2008), vedova di Carmelo Floris.

Presenti alla manifestazione anche i sindaci di Sarule Paolo Ledda e di Tiana Pietro Zedda. Segnalata la presenza al museo Floris del vignettista Lorenzo Vacca di Ovodda, del pittore Gavino Piana da Sorso, del poliedrico artista bittese Diego Asproni e del suo compaesano Bustianu Cumpustu che ha realizzato una diretta facebook della manifestazione.

Per questo importante appuntamento culturale, dal Comune di Padru sono arrivati in Barbagia anche il sindaco Antonello Idini e il bibliotecario comunale e blogger letterario Salvatore Gusinu.

Il Comune di Bono – dove Carmelo Floris aveva trascorso la prima infanzia – era rappresentato dal consigliere comunale con delega alla cultura e pubblica istruzione Francesca Ciancilla che, in questa ricorrenza, ha donato al civico museo una copia integrale dell’atto di nascita dell’artista nato – da genitori olzaesi – il 22 luglio 1891 nel paese del Goceano.

All’apertura della terza Biennale di incisione presenti anche il parroco don Nicola Porcu e gli ex sindaci di Olzai Maoro Mattu, Franco Mussoni, Francesco Noli e Tonino Ladu che nel 2012 aveva istituito la prima edizione della rassegna ideata da Enrico Piras.

Nel cortile della settecentesca dimora di Carmelo Floris, il sindaco di Olzai Maria Maddalena Agus – visibilmente emozionata per la grande partecipazione di pubblico – ha sottolineato l’importanza del sostegno finanziario ricevuto per la Biennale dal Consorzio Bim Taloro, dal Banco di Sardegna e dall’Unione dei Comuni della Barbagia.

La prima cittadina ha ricordato brevemente la figura e l’opera dell’illustre artista e intellettuale Carmelo Floris e poi ha ringraziato calorosamente i direttori artistici Enrico Piras e Marzia Marino, il personale del Municipio e tutti gli artisti che, con le loro splendide opere xilografiche, hanno voluto dare il valore che merita a questa edizione della Biennale.

Successivamente, è intervenuta l’assessore alla cultura del Comune di Olzai Emanuela Piras per associarsi ai ringraziamenti espressi dal sindaco, ma anche per segnalare alcune personalità che, non avendo potuto partecipare all’inaugurazione della Biennale, hanno fatto pervenire dei messaggi di apprezzamento per l’iniziativa intrapresa dall’Amministrazione comunale, ad iniziare dall’artista ollolaese Franco Bussu purtroppo assente per inderogabili motivi familiari.

L’assessore Emanuela Piras ha reso noto che alla segreteria della Biennale sono pervenuti dei messaggi da parte di divere autorità politiche e istituzionali, come dal professor Lorenzo Casini, capo di Gabinetto del Ministero della Cultura; dal presidente della Giunta regionale Christian Solinas; dagli assessori regionali al turismo Giovanni Chessa, agli enti locali Quirico Sanna, agli affari generali Valeria Satta e alla sanità Mario Nieddu.

Altri graditi messaggi sono stati inviati dal maggiore Paolo Montorsi, comandante del Nucleo regionale dei Carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale, dal colonello Massimo Cucchini, comandante del Comando provinciale Carabinieri di Nuoro, dal capitano Gianluca Carriero, comandante della Compagnia Carabinieri di Ottana e da parte dell’avvocato Costantino Murgia, ex sindaco di Olzai.

L’assessore Emanuela Piras ha poi evidenziato l’eccellente grafica e allestimento del percorso della mostra curati da Laura Melis e Luigi Manca della società Eikon di Nuoro, la puntuale assistenza fornita dalla guida museale Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna e la preziosa collaborazione dell’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei.

In conclusione, l’assessore Piras ha ringraziato calorosamente il responsabile della segreteria della Biennale Giangavino Murgia, «la cui competenza, capacità organizzativa e professionalità hanno davvero garantito l’organizzazione e la buona riuscita della manifestazione».

All’imbrunire, hanno preso la parola i due direttori artisti della Biennale Marzia Marino e Enrico Piras e, infine, Piero Barranca che è intervenuto come artista partecipante alla manifestazione con due opere (di cui una già donata alla Pinacoteca Carmelo Floris) e anche come presidente dell’associazione culturale Remo Branca di Iglesias per sottolineare la perfetta organizzazione della rassegna e l’importanza dell’iniziativa intrapresa dall’Amministrazione comunale di Olzai per divulgare le arti incisorie.

Le manifestazioni della III Biennale dell’Incisione Italiana Carmelo Floris – patrocinate dal Ministero della Cultura e dalla Presidenza del Consiglio regionale - proseguiranno a Olzai il prossimo 4 settembre con la presentazione del catalogo della mostra che conterrà quaranta riproduzioni delle opere esposte, accompagnate dalle biografie degli artisti e alcuni testi critici elaborati dai componenti del Comitato scientifico Marzia Marino, Nicola Micieli e Maria Luisa Frongia

Olzai, 28 luglio 2021

Segreteria III Biennale

COMUNICATO STAMPA N° 04

 

Assegnati i «premi acquisto» della III Biennale dell’Incisione Italiana
Cresce la collezione della Pinacoteca comunale Carmelo Floris 
anche con le opere donate dai maestri dell’arte incisoria contemporanea

 

OLZAI. Oggi 24 luglio 2021, in occasione dell’inaugurazione della mostra collettiva della terza Biennale dell’Incisione Italiana, la direzione artistica della manifestazione ha ufficializzato l’elenco dei diciotto «premi acquisto» assegnati in base al regolamento della manifestazione.

Delle quaranta xilografie esposte nell’incantevole Casa Museo Carmelo Floris quasi la metà saranno così destinate alla collezione permanente della pinacoteca dedicata al grande pittore e incisore olzaese nato il 22 luglio di 130° anni fa e scomparso il 22 agosto 1960.

Ecco l’elenco completo dei «premi acquisto» del valore unitario di 200 euro che, a breve, saranno erogati agli autori delle xilografie direttamente dal Comune di Olzai per le seguenti opere della Biennale:

“Il grido” di  Eva Aulmann, Firenze; “Raccolta olive” di Piero Barranca, Iglesias; “Sartiglia” di Franco Bussu, Cagliari; “Echi interiori” di Claudia Cabras, Calangianus;  “Mindfulness” di Malgorzata Chomicz “Margo”, Perugia; “Un foglio rosa per il Belgio” di Paolo Ciaccheri, Garbagnate Milanese; “Come Spes ultima dea” di Fausto De Marinis, Verona; “Decollazione del Battista” di Giovanni Dettori, Porto Torres / Sassari; “Città” di Renato Galbusera, Milano; “La ruota della fortuna” di Leonardo Marenghi, Vicenza; “Uccelli” di Raffaello Margheri, Bologna; “Attimo (Ombra II)” di Marcela Miranda, Chiaravalle / Ancona; “Il salto del montone” di Mario Paradiso, Casalbore / Avellino; “Amazzone” di Gianfranco Schialvino, Torino; “S’ena agullada (Dove scorga la sorgente)” di Nicolino Sirigu, Orroli / Cagliari; “Vento d’autunno” di Laura Stor, Trieste; “Attraverso” di Pierangelo Tieri, Coreno Ausonio / Frosinone e “Ti aspetto” di Gianni Verna, Quagliuzzo / Torino.

Entro il prossimo mese di novembre, il Comitato scientifico della Biennale – costituito da direttori artistici Enrico Piras e Marzia Marino e dagli esperti Maria Luisa Frongia e Nicola Micieli – assegnerà ulteriori “premi acquisto” messi a disposizione da alcuni collezionisti privati.

Da segnalare che il “premio acquisto” non è stato assegnato all’artista torinese Guido Navaretti poiché, al momento dell’adesione alla Biennale, l’autore ha generosamente donato al Comune di Olzai le due splendide xilografie “Crepuscolo dal terrazzo” e “All’ippica”. Il premio non è stato assegnato neanche all’incisore romano Francesco Parisi perché l’autore ha deciso di rinunciare ai riconoscimenti previsti dal regolamento artistico della Biennale.

A breve, la Giunta comunale presieduta dal sindaco Maria Maddalena Agus prenderà atto anche della donazione dell’opera intitolata “Nizza” disposta dall’autore isolano Piero Barranca; della xilografia colorata con acquerello “Albero” donata dall’artista torinese Gianfranco Schialvino e di altre sei pregevoli stampe realizzate e donate alla Pinacoteca comunale Carmelo Floris dal magnanimo artista piemontese Gianni Verna.

Le manifestazioni della III Biennale dell’Incisione Italiana Carmelo Floris – patrocinate dal Ministero della Cultura e dalla Presidenza del Consiglio regionale e sostenute finanziariamente dal Consorzio Bim Taloro, dal Banco di Sardegna e dall’Unione dei Comuni della Barbagia – proseguiranno a Olzai il prossimo 4 settembre con la presentazione del catalogo della mostra che rimarrà aperta al pubblico fino al 30 novembre 2021.

Informazioni e aggiornamenti nella pagina web https://www.comune.olzai.nu.it/index.php/tzente/pagine/incisione

 

Olzai, Casa Museo Carmelo Floris 24 luglio 2021  

Ufficio del Sindaco

COMUNICATO STAMPA N° 03 del 19 luglio 2021

Sabato 24 luglio l’inaugurazione della Biennale dell’Incisione Italiana
La mostra nella settecentesca abitazione di Carmelo Floris

 

OLZAI. In occasione del 130° anniversario della nascita di Carmelo Floris (1891-1960), ritornano a Olzai le grandi manifestazioni artistiche con la terza edizione della Biennale dell’Incisione Italiana.

La rassegna prenderà il via sabato 24 luglio (ore 18:00) nella settecentesca abitazione di Carmelo Floris, dove sarà inaugurata la mostra collettiva alla presenza del sindaco Maria Maddalena Agus, dell’assessore comunale alla cultura Emanuela Piras e dei direttori artistici della Biennale Enrico Piras e Marzia Marino.

Oltre alla prevista partecipazione degli artisti isolani (Piero Barranca, Franco Bussu, Claudia Cabras, Giovanni Dettori e Nicolino Sirigu), sono attesi a Olzai alcuni xilografi di fama internazionale provenienti dalla penisola, come Malgorzata Chomicz da Perugia e Marcela Miranda dalla cittadina di Chiaravalle (Ancona).

Sono venti gli artisti invitati alla terza Biennale per confrontarsi sulla tecnica della xilografia, il cui linguaggio rappresentativo e significativo ha raggiunto in Sardegna, nel corso del Novecento, altissimi livelli con le opere di Giuseppe Biasi, Mario Delitala, Stanis Dessy e Carmelo Floris, solo per citare alcuni dei grandi Maestri sardi, interpreti originalissimi dell’arte incisoria.

«La mostra collettiva – afferma la storica dell’arte Marzia Marinopresenta al pubblico le opere realizzate per la rassegna, dalle quali emerge una pluralità di linguaggi espressivi, alcune volte tradizionali, altre fortemente innovativi. Gli artisti si muovono tra figurativo e astrazione, creando composizioni spesso ricche di allusioni, che invitano l’osservatore a non fermarsi all’apparenza; giocano con la luce e con i riflessi per descrivere paesaggi carichi di dettagli o appena abbozzati sul legno di filo o di testa. Alcuni rimangono ancorati alla memoria e alla storia dell’incisione e, nel tema e nella tecnica, porgono un sincero omaggio agli illustri maestri del passato: nei loro lavori, Uomo e Natura si contendono alternativamente il primato, con inquadrature spesso di forte intensità espressiva, che danno voce al sociale o alla sincera fede religiosa; altri danno spazio ai flussi della coscienza, al continuo divenire della materia, suggeriscono scenari, esoterici, mitici e ancestrali.

Sintesi, sobrietà ed essenzialità si accostano a labirinti intricati di segni o al prezioso decorativismo di chi, con prepotenti virtuosismi del bulino e della sgorbia, indugia sulla matrice. Su tutto – conclude Marzia Marino domina la passione e l’amore per un’arte, quella xilografica, capace ancora oggi di creare profondi racconti dell’anima».

La III Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris è organizzata dal Comune di Olzai con i contributi del Consorzio Bim Taloro, Banco di Sardegna spa e Unione dei Comuni di Barbagia, il prestigioso patrocinio del Ministero della Cultura e della Presidenza del Consiglio regionale e la collaborazione dell’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei.

Su proposta di Enrico Piras, la Biennale dell’Incisione Italiana Carmelo Floris è nata nel 2012 con l’intento di ricordare la figura e l’opera del grande pittore e incisore Carmelo Floris e di promuovere nel mondo l’immagine della Sardegna, il territorio della Barbagia e di scoprire i luoghi che hanno ispirato il maestro olzaese.

Gli artisti che partecipano alla manifestazione, dietro specifico invito del Comune di Olzai, sono selezionati dalla direzione artistica. L’autorevole comitato scientifico, costituito dai direttori Enrico Piras e Marzia Marino e dagli esperti Maria Luisa Frongia e Nicola Micieli, ha anche il compito di curare i testi del catalogo della mostra e di assegnare un “premio acquisto” per ogni autore, senza stilare alcuna graduatoria di merito.

Da sabato prossimo, i visitatori della mostra collettiva potranno ammirare tutte le opere della terza Biennale dell'Incisione Italiana, oltre alla collezione permanente della Casa Museo Carmelo Floris di Olzai.

Per informazioni e visite guidate nella mostra, contattare la signora Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna (tel. 366.462.50.22 - 333.295.61.88 museocarmelofloris@gmail.com).

 

Mostra
Olzai – Casa Museo Carmelo Floris, dal 24 luglio al 30 novembre 2021

Organizzazione
Comune di Olzai – Casa Museo e Pinacoteca Carmelo Floris

Assistenza e visite guidate
Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna:
tel. 366.462.50.22 - 333.295.61.88
museocarmelofloris@gmail.com 

Comitato scientifico
Enrico Piras e Marzia Marino, direzione artistica
Nicola Micieli e Maria Luisa Frongia, esperti

Coordinamento organizzativo, segreteria e ufficio stampa
Giangavino Murgia

Contributi
Consorzio Bim Taloro - Banco di Sardegna spa - Unione dei Comuni Barbagia

Patrocinio
Ministero della Cultura - Presidenza del Consiglio regionale Sardegna 

Collaborazione
Associazione Nazionale Incisori Contemporanei

***

COMUNICATO STAMPA N° 02 del 10 giugno 2021

I maestri dell’arte xilografica a Olzai per la III Biennale dedicata a Carmelo Floris

 

OLZAI. L’Amministrazione comunale ha pubblicato l’elenco definitivo degli artisti partecipanti alla terza edizione della Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris organizzata quest’anno dal Comune di Olzai grazie al sostegno finanziario del Consorzio Bim Taloro e al contributo del Banco di Sardegna.

Ecco i nominativi dei venti xilografi che vivono e lavorano in undici regioni della penisola e che hanno accolto l’invito del sindaco Maria Maddalena Agus:

Eva Aulmann (Firenze), Piero Barranca (Iglesias / Cagliari), Franco Bussu (Cagliari), Claudia Cabras (Calangianus / Sassari), Malgorzata Chomicz (Perugia), Paolo Ciaccheri (Garbagnate Milanese / Milano), Fausto De Marinis (Verona), Giovanni Dettori (Porto Torres / Sassari), Renato Galbusera (Milano), Leonardo Marenghi (Costabissara / Vicenza), Raffaello Margheri (Bologna), Marcela Miranda (Chiaravalle / Ancona), Guido Navaretti (Torino), Mario Paradiso (Casalbore / Avellino), Francesco Parisi (Rignano Flaminio / Roma), Gianfranco Schialvino (Rivarolo Canavese / Torino), Nicolino Sirigu (Orroli / Cagliari), Laura Stor (Trieste), Pierangelo Tieri (Coreno Ausonio / Frosinone) e Gianni Verna (Quagliuzzo / Torino).

La rassegna artistica di respiro nazionale prenderà il via il prossimo 24 luglio con l’apertura al pubblico della mostra collettiva, in concomitanza con il 130° anniversario della nascita del grande pittore e incisore olzaese Carmelo Floris (1891-1960).

«Nonostante le difficolta legate al particolare momento che stiamo vivendo a causa della pandemia – riferisce l’assessore alla cultura Manuela Pirascon la terza edizione della Biennale di incisione Olzai conferma l’antica tradizione di centro culturale e luogo di incontro di rinomati artisti.

Compatibilmente con le risorse finanziarie e le disposizioni anti Covid, questa estate riprenderanno gradualmente le attività museali e di promozione turistica. Così, il 24 luglio si riunirà a Olzai la giuria degli esperti per l’apertura al pubblico della mostra, mentre il 4 settembre sarà presentato il catalogo della terza Biennale alla presenza dei maestri dell’arte xilografica italiana».

La direzione artistica della manifestazione è curata da Enrico Piras e Marzia Marino. Fanno parte dell’autorevole comitato scientifico della Biennale anche Nicola Micieli e Maria Luisa Frongia con il compito di assegnare i premi - acquisto previsti dal regolamento artistico e curare alcuni testi per il catalogo della mostra collettiva.

La segreteria organizzativa della Biennale è gestita in economia dal funzionario comunale Giangavino Murgia. La società Eikon di Nuoro curerà l’allestimento della mostra collettiva nell’antica dimora di Carmelo Floris visitabile con l’assistenza della guida museale Lidia Siotto della Cooperativa Agorà Sardegna.

La manifestazione gode del prestigioso patrocinio del Ministero della Cultura e della Presidenza del Consiglio regionale e della preziosa collaborazione dell’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei.

 

Olzai, 10 giugno 2020

Ufficio del Sindaco

COMUNICATO STAMPA N. 01 - 21 gennaio 2021
Al via la Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali

 

OLZAI – Su proposta del Comune di Olzai, il ministro Dario Franceschini ha concesso il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per la terza edizione della Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris.

Per la nuova Amministrazione comunale, guidata da tre mesi dal sindaco Maria Maddalena Agus, si tratta di un prestigioso riconoscimento, poiché il patrocinio ministeriale è assegnato esclusivamente a eventi di carattere nazionale o internazionale, di alto rilievo culturale, scientifico, artistico e storico.

La rassegna dell’arte incisoria prenderà il via il prossimo mese di luglio, in concomitanza con il 130° anniversario della nascita di Carmelo Floris (1891-1960).

Il progetto di massima della manifestazione – approvato il 12 novembre 2020 dalla Giunta comunale – prevede l’allestimento di una mostra collettiva con catalogo dedicata a venti grandi maestri dell’arte xilografica italiana, una cerimonia per la consegna dei premi acquisti e altre iniziative culturali e promozionali collaterali di animazione culturale da realizzare intorno alla Casa Museo Carmelo Floris, oltre a momenti di approfondimento e delle giornate celebrative della figura e l’opera dell’insigne pittore e incisore olzaese scomparso nel 1960.

Rispetto al passato, questa terza edizione Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris prevede alcune novità, come la direzione artistica congiunta di Enrico Piras (ideatore della biennale) e di Marzia Marino (storica dell’arte, già direttrice della Casa Museo Carmelo Floris), mentre  della giuria esperti, farà parte anche Maria Luisa Frongia, docente universitaria, curatrice di mostre e autrice di importanti monografie e pubblicazioni d’arte, oltre a Nicola Micieli critico d’arte e pubblicista.

Oltre al patrocinio non oneroso del Ministero per i beni e le attività culturali, la terza Biennale dell’Incisione Italiana – Carmelo Floris gode del patrocinio e finanziamento del Consorzio Bim Taloro e di un contributo finanziario del Banco di Sardegna.

Ufficio del Sindaco

 

RASSEGNA STAMPA - III BIENNALE INCISIONE ITALIANA CARMELO FLORIS

12 settembre 2021 - LA NUOVA SARDEGNA
https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2021/09/12/news/biennale-dell-incisione-catalogo-online-1.40696476

9 settembre 2021 - LABARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13863/olzai-crocevia-dellarte-incisoria-con-la-terza-biennale-dedicata-a-carmelo-floris

3 settembre 2021 - LA NUOVA SARDEGNA
https://www.lanuovasardegna.it/tempo-libero/2021/09/03/news/biennale-d-incisione-arriva-il-catalogo-1.40665572

2 settembre 2021 - L'UNIONE SARDA
Pagina 47, inserto "UnionEstate" «Nel segno di Carmelo Floris la Biennale degli incisori» di Daniela Melis

1 settembre 2021 - LABARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13857/olzai-sabato-a-casa-floris-la-presentazione-del-catalogo-della-biennale-dellincisione-italiana

1 settembre 2021 - SARDEGNAREPORTER
https://www.sardegnareporter.it/2021/09/parte-ad-olzai-la-iii-biennale-incisione-italiana-dedicata-a-carmelo-floris/408247/

11 agosto 2021 - LA NUOVA SARDEGNA
https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2021/08/11/news/la-biennale-dell-incisione-gli-eventi-di-settembre-1.40592533

28 luglio 2021 - LA BARBAGIA.NET con album foto dell'inaugurazione della Biennale
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13831/olzai-linaugurazione-della-biennale-a-casa-floris-un-grande-successo

24 luglio 2021 - LABARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/attualita/13830/olzai-oggi-linaugurazione-della-iii-biennale-dellincisione-italiana-a-casa-floris

21 luglio 2021 - LA NUOVA SARDEGNA - Inserto Diogene Estate, pagina 36
https://www.lanuovasardegna.it/tempo-libero/2021/07/21/news/olzai-xilografi-in-omaggio-a-carmelo-floris-1.40523351

19 luglio 2021 - SARDEGNAREPORTER.IT
https://www.sardegnareporter.it/2021/07/olzai-iii-biennale-incisione-italiana-2021-carmelo-floris/402976/

19 luglio 2021 - LABARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13826/sabato-24-luglio-linaugurazione-della-biennale-dellincisione-italiana

19 luglio 2021 - ARTE.GO.IT
https://www.arte.go.it/event/biennale-dellincisione-italiana-2021-iii-edizione/

19 luglio 2021 - YOUTG.NET
https://www.youtg.net/canali/dai-comuni/38086-olzai-sabato-24-luglio-l-inaugurazione-della-biennale-dell-incisione-italiana

2 luglio 2021 - L'ORTOBENE
https://www.ortobene.net/i-maestri-della-xilografia-a-olzai/

13 giugno 2021 - LA NUOVA SARDEGNA
https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2021/06/13/news/biennale-di-incisione-tutti-gli-artisti-1.40387781

10 giugno 2021 - ARTE.IT
http://www.arte.it/calendario-arte/nuoro/mostra-iii-biennale-dell-incisione-italiana-carmelo-floris-77727

10 giugno 2021 - NODAS Notizie dalla Sardegna
https://www.nodas.it/2021/06/10/i-maestri-dellarte-xilografica-a-olzai-per-la-iii-biennale-dedicata-a-carmelo-floris/

10 giugno 2021 - AGENZIASTAMPA.NET
https://agenziastampa.net/2021/06/10/i-maestri-dellarte-xilografica-a-olzai-per-la-iii-biennale-dedicata-a-carmelo-floris/

10 giugno 2021 - SARDEGNAREPORTER
https://www.sardegnareporter.it/2021/06/i-maestri-dellarte-xilografica-a-olzai-per-la-iii-biennale-dedicata-a-carmelo-floris/396791/

10 giugno 2021 - LA BARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13808/i-maestri-dellarte-xilografica-a-olzai-per-la-iii-biennale-dellincisione-italiana

23 gennaio 2021 - LA NUOVA SARDEGNA
https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2021/01/22/news/a-olzai-torna-la-biennale-di-incisione-1.39809368

21 gennaio 2021 - LABARBAGIA.NET
https://www.labarbagia.net/notizie/arte/13713/olzai-al-via-la-biennale-dellincisione-italiana-con-il-patrocinio-del-mibact

Allegati

Condividi: